Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 3459

Menu

"Stai con me!": l'intervista a OANA

"Stai con me!": l'intervista a OANA
Dopo il suo esordio con "Dentro e fuori", il 15 gennaio è stato pubblicato il secondo singolo di OANA, "Stai con me!": un brano che racconta di un amore che dev'essere vissuto fuori dal tempo, l'incontro giusto al momento sbagliato. Abbiamo intervistato l'artista per scoprire tutti i segreti dietro a questo progetto e capire le sue prospettive per il futuro. 
 
Chi è OANA? Come ti sei formata a livello musicale e quali sono le tue principali influenze? 
 
Sinceramente, non so chi sia OANA. So che può sembrare una frase costruita, ma è la verità. 
Musicalmente invece sono una specie di spugna. Sono cresciuta con un’adorazione speciale per Michael Jackson, amo la musica popolare quella “povera” dell’est Europa, in conservatorio ho conosciuto la bossa nova e mi sono innamorata di questo modo di cantare così delicato. Ma in generale amo tutta la musica che riesce a smuovermi cose ed è davvero tantissima.
 
Come nasce la tua collaborazione con Mr Blackstar?
 
Mr Blackstar? Forse non esiste. Probabilmente mi è apparso in sogno. Comunque ci troviamo bene a lavorare insieme. O meglio: io mi trovo bene a lavorare con lui, è una specie di estensione mentale.
 
Nella tua biografia si legge "Una, nessuna, centomila", il tuo primo disco si chiamerà "I FIORI DEL MALE": la letteratura è effettivamente un'ispirazione per la tua musica? 
 
Sono tra quei rari esemplari di studenti classici, quindi sì la letteratura è importante, o meglio la cura e l’attenzione per le parole (scritte, perché a parlare sono un simpatico disastro).
 
"Stai con me!" racconta di un amore proibito che può essere vissuto solo "fuori dal tempo". Come è nata l'idea del brano?
 
SCOOP! Lo dico per la prima volta qui, può essere una specie di esclusiva (aspetto l’invito di Barbara D’Urso). 
Mi ero invaghita di un ragazzo che, in un secondo momento, ho scoperto avere una relazione “vera” e non era con me (ahah). 
Ero furiosa. Chiaramente ho tagliato cortissimo. Delusa da morire. Arrabbiata con me. Volevo esorcizzare questa storia, chiuderla per sempre. Ho scritto “Stai con me” asciugandomi qualche lacrima. Fuori dal tempo, perché il nostro tempo era finito. 
Son già passati degli anni, mi guardo indietro e sorrido perché tutta quella situazione non ha più valore, e lo sapevo anche allora. Ma se non avessi provato quella sgradevole sensazione di presa in giro, "Stai con me" non sarebbe mai nata. Quindi sono in qualche modo grata.
 
Questo è il tuo secondo singolo prima dell'uscita del tuo primo album "I fiori del male". Vuoi darci qualche anticipazione?
 
I miei fiori del male. Ho questa passione per tutte quelle sensazioni che normalmente si cercano di allontanare.  
È come quando hai mal di testa, se lo trascuri, lui rimane per tutto il giorno, ti perseguita, ma se ti fermi e ti concentri su che cos’è effettivamente questo fastidio, se cerchi di fissarlo e di curarlo, magari ci riesci. Forse io sembro un po’ matta a dire queste cose, ma fondamentalmente è il principio della tragedia greca: offrire occasioni per liberarsi da stati d’animo, prendere coscienza delle emozioni, farle riaffiorare per rimuoverle dal subconscio.
Sto divagando…. Capirete meglio ascoltandomi. 
 
 
Contatti artista
 
Blog: Rocktargatoitalia.eu

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?