Menu

ROCK TARGATO ITALIA in partnership con SENNHEISER

EDIZIONE SPECIALE estate 2022

Milano 29 e 30 luglio al Legend Club

SENNHEISER, brand leader del settore audio, è pronta a sostenere la musica e la ripartenza delle performance live, premiando i giovani talenti impegnati nel concorso dedicato agli esordienti, ROCK TARGATO ITALIA 2022.

Il 29 e 30 Luglio al LEGEND CLUB DI MILANO si svolgerà un’edizione speciale di Rock Targato Italia, due giornate colme di incontri e concerti

Con il Patrocinio della Regione Lombardia Assessorato Autonomia e Cultura.

Per restare fedele alla propria natura, Rock Targato Italia offrirà la possibilità di esibirsi all’interno dell’evento anche ad alcune band emergenti selezionate attraverso un’edizione eccezionale del concorso le cui iscrizioni sono state appena aperte. La partecipazione è assolutamente gratuita e, per sapere come iscriversi e scoprire tutti i premi in palio, è sufficiente consultare il regolamento sulla pagina:

https://www.rocktargatoitalia.eu/regolamento.html

Oltre alla possibilità di esibirsi sul palco del Legend Club di Milano in una delle due giornate, la SENNHEISER premierà il primo classificato con un microfono professionale e-965.

Il brand tedesco SENNHEISER, distribuito in Italia da Exhibo S.p.A., è celebre in tutto il mondo per la tecnologia sempre all’avanguardia dei suoi prodotti, dai microfoni alle cuffie, sia per il settore Professionale che per quello Consumer. Scelta dai migliori deejay, cantanti e artisti di tutto il mondo, SENNHEISER si impegna costantemente a sviluppare nuove soluzioni, con l’obiettivo di disegnare il Futuro dell’Audio per creare, e dedicare a professionisti e appassionati, esperienze audio ineguagliabili, che superino i confini di ciò che esiste oggi.

www.rocktargatoitalia.eu

Franco Sainini

Divinazione Milano S.r.l. 

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

Tel. 02 5831 0655 mob. 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

web: www.divinazionemilano.it 

 

Leggi tutto...

MonofonicOrchestra "Carnival"

Ci sono dei legami che durano nel tempo. Questa potrebbe essere la sintesi di questo album. Tanti anni fa, nei famigerati anni ’80 milanesi, quando Maurizio Marsico era il produttore più irregolare della scena, in avventuroso bilico tra avanguardia e dance, e Mauro Tondini, metà Tipinifini, surfava le onde dell’italo-disco, Roger Stanza, che era un fan della loro musica, era come una sorta di Mr. Wolf per i due spericolati amici. Non che lui vivesse lontano dai guai, ma rispetto a M & M poteva apparire persona sobria, e, di fatto, risolveva problemi. Diciamo che riuscì a sbloccare alcune situazioni piuttosto complicate. Da allora i tre non si sono mai persi di vista, anche se la vita, si sa, ha i suoi percorsi che tendono a prendere strane direzioni, più o meno parallele. Così Maurizio e Mauro, dopo anni di distanza ravvicinata, sempre attivi a Milano, si sono ritrovati e hanno deciso per la prima volta di collaborare, iniziando a lavorare a uno strano progetto. Un album: “Carnival”.

Carnival come quello di Rio o di Schumann, il Carnival degli animali di Saint-Saens e quello in Bourbon Street, il Carnival dei Festival e delle poltrone, il Carnival della politica e della geopolitica, il Carnival social che sterilizza qualsiasi realtà e quello infodemico che amplifica e confonde ogni emergenza. Insomma, il Carnival tragicomico della vita, che appena ti diverti è già Quaresima”.

 

Sessions fruttifere, che però a un certo punto i due ritenevano necessitassero di un terzo intervento, o meglio di un intervento terzo, qualcuno che dal di fuori risolvesse problemi. E qui torna in ballo Roger Stanza. Italo-americano, Roger ha lasciato Milano a fine di quegli anni ’80, trasferendosi a Brighton, dove seguì prima il faro dell’acid-house, DJ con il nome di *+§’ìf7 allo Zap e animatore di molti leggendari party segreti, e dove continua a vivere oggi dirigendo, fuori dal contesto musicale, gli uffici di Geography Enterprises, sulla scia delle sue specializzazioni in geografia comparata, campo in cui è un luminare a livello mondiale. Maurizio e Mauro si ricordavano delle strane produzioni che Roger gli aveva fatto sentire, e sono riusciti a convincerlo a salire a bordo mandandogli il materiale registrato – dove nel frattempo si erano aggiunte collaborazioni come quelle di Stefano Di Trapani, gli ODRZ, Francesco Zago e Massimo Mariani - e formulandogli una domanda precisa: “Che disco stiamo cercando di fare?”. “State cercando di fare un disco psichedelico, non ho dubbi”, la risposta. Alla quale i due controbatterono: “Ti va di metterci mano? Hai carta bianca”. “Ok Roger”, rispose Roger dalla torre di controllo, dove si chiuse per un weekend intero. Ne uscì con in mano delle bobine fumanti, che Maurizio e Mauro accolsero con entusiasmo, scambiandole per pizze capricciose. “Eccolo! È lui l’album!”. A uscirne un disco effettivamente multigusto dove ci sono pomodoro e mozzarella ma poi tante altre strane creature, da una Satellite Of Love che sembra una zombie jam tra Lou Reed, Phil Spector e Lee “Scratch” Perry, un inquietante messaggio telefonico ai Kraftwerk di Trans Europa Express, mutanti quadretti di piano solo, lastre noise, Moroder in oppiacei, una versione di Hoola Hoola, la hit bubblegum dei Can, che sembra uscire dalla mitologia afro-cosmic di Daniele Baldelli, scimmiesche arance meccaniche, fughe di coyote, sigle funk. La colonna sonora di un cartone animato? La simpatia malmostosa di un bad trip? Un carnevale di freaks? Il primo album della Monofonic Orchestra in line-up allargata? Senz’altro, e molto, molto di più… E tutto in un disco in vinile che è uno shock cromatico, il cui artwork “glue, scissors & colors” è stato realizzato da Roberto Giannotti intervenendo con infinite variazioni degli elementi costitutivi, ogni copia diversa dall’altra così come ogni ascolto di “Carnival” vi condurrà ogni volta in un trip differente.

https://recordu.lnk.to/carnival

https://plasticamarella.bandcamp.com/album/carnival-the-roger-stanza-sessions

www.plasticamarella.com  

blog www.rocktargatoitalia,it

    

Leggi tutto...

...

ROCK TARGATO ITALIA 

APERTE ISCRIZIONI  Iscrizione gratuita

EDIZIONE SPECIALE estate 2022

Milano 29 e 30 luglio al Legend Club

Media Partner ROCKER TV

Anche nel 2022 Rock Targato Italia, la rassegna che fin dal 1987 ha segnato più di ogni altra la storia della musica alternativa italiana, non si ferma ma, al contrario, si rilancia con un’edizione speciale interamente estiva destinata a culminare il 29 e 30 luglio con due giornate colme di incontri e concerti dal pomeriggio fino a tarda notte nella magica cornice del Legend Club di Milano. Due giornate che, fra banchetti, street food e concerti, vedranno la partecipazione di numerosi artisti, produttori discografici, musicisti, giornalisti e molto altro.

Per restare fedele alla propria natura, Rock Targato Italia offrirà la possibilità di esibirsi all’interno dell’evento anche ad alcune band emergenti selezionate attraverso un’edizione eccezionale del concorso le cui iscrizioni sono state appena aperte. La partecipazione è assolutamente gratuita e, per sapere come iscriversi e scoprire tutti i premi in palio, è sufficiente consultare il regolamento sulla pagina:

https://www.rocktargatoitalia.eu/regolamento.html

La rassegna, giunta alla trentatreesima edizione, è organizzata dall’Associazione Culturale GENERAZIONE EUROPEA e promossa dalla società di comunicazione DIVINAZIONE MILANO. Il tutto godrà del patrocino dell’Assessorato Cultura della Regione Lombardia e vedrà coinvolti come partner l'ufficio stampa Divinazione Milano, Master Music Milano, la società Sennheiser e AVI, l'Associazione Vinile Italiana.

ROCKER TV sarà media partner dell’evento e sarà presente nelle due giornate al Legend Club con BACKDROP ROCKER TV e due squadre di VJ + operatore per la registrazione di servizi e interviste a artisti e ospiti.

Una novità non da poco anche perché, grazie a questa nuova partnership, la stessa Rocker TV avrà la possibilità di proporre due artisti per l’evento finale, ampliando così la rosa di suoni che si potranno ascoltare il 29 e 30 luglio a Milano. 

Per info inviare mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Infine, sul canale YouTube di Rock Targato Italia saranno pubblicate tutte le proposte video pervenute alla rassegna, in modo da poter seguire costantemente le tappe di avvicinamento all’evento rock dell’estate milanese: https://www.youtube.com/user/rocktargatoitalia/

Per altre informazioni: www.rocktargatoitalia.eu

FRANCO SAININI

Divinazione Milano S.r.l. 

Ufficio Stampa, Radio, Tv, Web & Social Network 

Via Andrea Palladio n. 16 - 20135 Milano 

Tel. 02 5831 0655 mob. 3925970778

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  web: www.divinazionemilano.it

 

Leggi tutto...

Gli ascolti di giugno 2022. articolo di Roberto Bonfanti

Gli ascolti di giugno 2022.
articolo di Roberto Bonfanti

Si avvicina l’estate e si inizia a cercare di restare a galla fra l’afa e il sudore, ma la cosa più fastidiosa continua a essere la propaganda becera dei soliti giornalistoni e influencer impegnati a reti unificate a indottrinarci come bambini poco intelligenti su quanto siano buoni i buonissimi di turno, quanto siano cattivi i cattivissimi del momento e quanto dobbiamo sempre rendere grazie ai nostri grandi leader, al loro irreprensibile operato e alle loro sante guerre. Forse l’unica soluzione, oltre a cercare fonti d’informazione più serie scavando oltre il mainsteam, è coprire queste voci con un po’ di buona musica. Ecco allora i consigli musicali per questo giugno inafferrabile.

Approccio smaccatamente pop e un'ironia intelligente che sa intrecciarsi con una vena sottilmente malinconica: sono questi i capisaldi attorno a cui si muovono i parmensi Il Peggio È Passato con il loro album d'esordio intitolato “Bugie d'autore”. Nove canzoni immediate, fresche e ben scritte che riescono a incarnare un’idea intrigante e personale di pop contemporaneo nascondendo una visione agrodolce delle questioni umane dietro un velo di piacevole e giocosa leggerezza.

Conosciamo da tempo la sensibilità di Alia, il suo gusto melodico raffinato e la sua scrittura intrisa di una poesia garbata e sincera. “Io so come sei riuscito a sopravvivere senza gli altri”, nuovo album del cantautore, è un'ottima conferma del talento dell'artista che si concretizza in una manciata di canzoni pop intime che scorrono su un'elettronica dilatata dall’approccio internazionale. Un lavoro che colpisce per la delicatezza che riesce a esprimere irradiando una dolce malinconia senza rinunciare alla modernità.

La seconda prova discografica dei Leda suona come salto indietro nel tempo. “Marocco speed” è infatti un album rock dall’anima marcatamente anni ’90 che all’epoca non avrebbe sfigurato nel catalogo del Consorzio Produttori Indipendenti. Un disco irrequieto, spigoloso e intransigente tanto nei suoni quanto nei contenuti, incentrato su atmosfere cupe e a tratti claustrofobiche all’interno delle quali la voce di Serena Abrami naviga spesso come una lucina in una notte buia creando un affascinante gioco di chiaroscuri.

“Privilegio raro” di Tutti Fenomeni è un disco che ama provocare l’ascoltatore e mischiare continuamente le carte sfuggendo a qualunque catalogazione. Tredici brani inquieti e spigolosi che si districano fra filastrocche rock, deliri elettronici, momenti trascinanti e canzoni dall’andamento imprevedibile che si trasformano in un tourbillon di citazioni e giochi di parole pungenti. Un progetto molto particolare in cui riferimenti alti e bassi sanno mischiarsi creando un effetto straniante.

È un senso di inquietudine strisciante e quasi indolente, la sensazione che domina nelle canzoni degli Aliante, duo salernitano che con “Strada blu” presenta un album che scivola su un filo intimo e abrasivo che unisce il rock alternativo più malinconico con la canzone d’autore più riflessiva. Otto canzoni amare, dalle atmosfere spesso in bilico fra il metropolitano e il desertico, che prendono per mano l’ascoltatore e lo accompagnano in un viaggio a passo lento fra paesaggi di periferia e senso di sconfitta.

Quanto ci si trova ad ascoltare un nuovo album dei Diaframma la prima reazione è inevitabilmente un superficiale: “ok, è il classico disco dei Diaframma”. Poi già al terzo ascolto ci si inizia a rendere conto che molte canzoni finiscono fin da subito col diventare dei piccoli nuovi classici e che di quel mondo c’è ancora bisogno. “Ora”, il nuovo album della storica band fiorentina, è esattamente così: in tutto e per tutto un disco dei Diaframma, con quelle sonorità asciutte dal gusto rock e soprattutto con quella poetica decadente che è da sempre il segno distintivo di Federico Fiumani, fra malinconie irrisolte, storie di sesso e riflessioni poetiche. Ed è giusto così, perché un disco dei Diaframma deve essere un disco dei Diaframma e la scrittura di Fiumani è qualcosa che è sempre bello riassaporare.

Roberto Bonfanti
[scrittore e artista]

www.robertobonfanti.com

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

ROCK TARGATO ITALIA
c/o Divinazione Milano Srl
Via Palladio 16 20135 Milano
tel. 02.58310655
info(at)rocktargatoitalia.it

Log In or Sign Up

Password dimenticata? / Nome utente dimenticato?